Seleziona una pagina

La Banda Ultra larga

La Banda Ultra Larga

Banda Ultra Larga: il ponte verso il futuro.

Ma di cosa si tratta? L’accesso ad internet in fibra, la banda larga, ci ha aiutato a lavorare e a studiare durante il Lockdown.

a cura di Massimiliano Faticoni

Le misure a favore dello sviluppo dell’Ultrabrand

La Banda Ultra Larga é un argomento attualissimo!

Recentemente sono state sbloccate le misure, che saranno avviate in poco tempo, inizio estate, e produrranno risultati già nel 2020. 200 o 500 euro per famiglie; 500 o 2.000 euro per imprese. Un piano da 1,15 miliardi di euro.

Qui si trova la notizia di qualche giorno fa di AgendaDigitale.

Siamo in un momento particolare

Il nostro paese ha appena attraversato un periodo di lockdown piuttosto impegnativo per il Covid19. Le piattaforme di Telecomunicazioni hanno retto alla richiesta di connettività delle Famiglie e delle Aziende.

La valenza della Banda larga durante il Lockdown

Le Famiglie costrette ad un confinamento obbligatorio dedicato allo studio dei figli (Didattica a distanza) con i genitori in Smartworking, hanno messo a dura prova i collegamenti a banda larga domestici. Mentre le Aziende, detentrici di collegamenti a bandalarga più performanti, sono rimaste chiuse e con i dipendenti a casa. I dipendenti, certamente, hanno avuto maggiori condizioni favorevoli, magari anche dotati di Smarthphone aziendale con connettività 4G per poter lavorare in parallelo sulle linee domestiche.

In tutti i casi questa situazione ha causato la modifica delle abitudini sia di Aziende che dei cittadini. 

A prescindere da queste ultime opportunità il peso di questo sovraccarico, di collegamenti a banda larga domestici di rete fissa Consumer, ha retto alla richiesta di flussi extra. In questo periodo di sollecitazione di rete dati, sia il download che l’upload, che normalmente gestiscono degli stili di vita domestica, (ore pasti, sera e weekend), hanno dimostrato, a parte qualche defaillance per le obsolete adsl, una buona tenuta in generale.

L’upgrade alla Banda Ultra Larga

Solo l’upload ha sofferto in quanto la mole di eventi in streaming di tipo didattico con l’uso della webcam sono andati profondamente in contrasto con il profilo Consumer del collegamento a banda larga.

Ecco quindi che il piano del Governo di aiutare lo sviluppo delle nostre reti con la banda ultra larga di nuova generazione (FTTH, Fiber to the Home) risulta una grande occasione per aiutare il paese e le Aziende di Telecomunicazioni da una parte, e dall’altra una possibilità di “rottamare” le vecchie Adsl e le Fibra 100 Mega deteriorate.

Il Fondo innovazione del Governo

Questo progetto Governativo, coinvolge anche le Scuole e le Aziende di ottimizzazioni sopratutto per sviluppare i propri accessi in Banda Ultra Larga. Le Scuole hanno una grande sete di “ottimizzazione” degli strumenti a disposizione per poter svolgere efficacemente il proprio obiettivo culturale, mentre le Aziende, magari quelle che sono state ancora ai margini dello sviluppo tecnologico, possono trovare giovamento da questa possibilità, soprattutto se si pensa alle nuove sfide della vendita On Line tramite l’Ecommerce.

La Banda, come abbiamo visto, serve per accedere a contenuti che ne rubano tanta, come lo streaming e lo smartworking per esempio, sopratutto se la stessa connessione di accesso ad #internet risulta condivisa tra vari utenti della stessa abitazione.

Da qui l’esigenza di upgradare le nostre connessioni a Banda Larga di tipo tradizionale fino ad oggi adottate a quelle a Banda Ultra larga (1 Gigabyte in download) in modo da rendere il nostro consumo di banda maggiormente stabile e congruo per ogni circostanza odierna e futura, e in considerazione di questo approccio metodico, considerare le caratteristiche dell’accesso non più un’incognita lasciata al caso, ma una certezza scelta in base ad una strategia anche se di tipo famigliare.