Seleziona una pagina

Vuoi aumentare le vendite con l’Inbound Marketing?

Vuoi aumentare le vendite con l'Inbound Marketing?

Vuoi aumentare le vendite con l’Inbound Marketing?

Aumentare le vendite con l’Inbound Marketing : farsi trovare dai clienti piuttosto che andare a cercarli.

Ma di cosa si tratta? Ecco come si elabora la Strategia digitale con questo approccio di marketing e quali vantaggi può portare.

Video di Introduzione a cura di Massimiliano Faticoni

Vuoi aumentare le vendite con l’Inbound Marketing?

L’Inbound Marketing é un processo del Digital Marketing secondo il quale i clienti potenziali, le Buyer Personas, vengono naturalmente attratti in un percorso di acquisizione tramite l’implementazione di una serie di diverse iniziative di ingaggio digitali.

Il mio approccio di Marketing é proprio l’Inbound Marketing: offro consulenza alle Aziende e ai professionisti per incrementare le vendite, con questa metodo:

  • verifica con il cliente delle esigenze di sviluppo di un determinato prodotto o servizio
  • analisi dello storico Off line (negozio) o di eventuali precedenti tentativi di -inserimento nel mercato digitale
  • scelta della clientela potenziale (Buyer Personas)
  • condivisione con il cliente di un budget di spesa globale annuale per i prossimi 3 anni
  • valutazione di una Strategia Digitale da sviluppare per moduli
  • verifica mensile delle performance

Le Aziende e i Professionisti riescono così ad ottenere 3 obiettivi:

  • sviluppano o consolidano il proprio brand on line
  • incrementano maggiori ricavi e profitti
  • crescono secondo dei moduli di investimento inseribili passo dopo passo

Il risultato: migliore posizionamento strategico nel mercato di riferimento aumentando le vendite e i profitti.

Secondo il processo di Inbound Marketing, la clientela potenziale viene intercettata grazie ad una Strategia digitale elaborata insieme a me con la scelta di strumenti e canali di Marketing.

Non è dunque una vendita secondo il Marketing Tradizionale di contatto diretto per vendere, ma una vendita considerabile indiretta da parte dell’azienda venditrice che sceglie il suo cliente potenziale con un certo profilo di certo interessato ai prodotti che vende.

In questo processo concorrono alla buona riuscita anche gli Strumenti di Marketing, che occorrono nella mia fase di consulenza per diagnosticare ogni attimo delle campagne in atto, ed eventualmente modificarle o incrementarle in base alle performance. Si tratta di capire quale ruolo affidare ad ogni Canale preso in considerazione per una determinata campagna/cliente.

Il fattore più incisivo della Strategia sarà l’ottimizzazione del potenziale cliente, la Buyer Personas, che approfondiremo nel prossimo paragrafo!

Ottimizzare il tuo brand con il progetto digitale

“Non chi comincia ma quel che persevera!”

Conoscete questo detto?

E’ il motto che incoraggia i marinai e gli ufficiali della nostra nave militare più anziana, l’Amerigo Vespucci.  Ufficializzato nel 1978, esprime e invoca allo studio e alla  formazione per tutti i militari della Marina Militare.

Siamo in un periodo di crisi dove occorre studiare nuove possibilità di guadagnare o vendere con la tecnologia che abbiamo a disposizione e perseverare senza guardarsi dietro!

La Strategia digitale mediante il Digital Marketing è una delle possibilità tangibili per aumentare le vendite tramite nuove energie da mercati innovativi.

Non è un gioco di parole, ma un progetto fattibile a 4 certe condizioni:

  • Etica
  • Metodo
  • Costanza
  • Perseveranza

 

La leva della “Comunicazione” nel tempo fino al Lockdown

Nella storia, le Aziende, hanno sempre usufruito della “comunicazione” per commercializzare un prodotto, e questa attività é sempre stata nel tempo la leva più conosciuta e importante.

Tramite la pubblicità e le sue varie modalità le Aziende hanno sempre fatto sapere a tutti l’offerta dei propri prodotti e servizi: giornali, riviste, Tv, poi Internet.

Anche on line la comunicazione intesa come pubblicità ha subito nel tempo delle variazioni, vi ricordate l’importanza dei Banners? Pensate ora all’Internet di oggi, alla comunicazione e a tutta l’evoluzione che c’è stata negli anni e a come noi ci siamo conformati.

A volte si cambia naturalmente, certe volte di fronte a certe problematiche.

La Digitalizzazione delle vendite e degli acquisti e il boom del Mercato Digitale che è emerso prepotentemente di recente, é stata una reazione potente per tutti, aziende e consumatori, per la necessità di ricominciare a lavorare e sopravvivere attraverso i canali digitali utilizzati per il Lockdown: abbiamo tutti scoperto o potenziato la possibilità di vendere on line e acquistare on line.

Il Digitale, nelle sue varie “ramificazioni” é stato il nostro salvagente nel recente periodo:

Il Digitale era già a disposizione, lo abbiamo solo utilizzato maggiormente e meglio per alcune necessità di vita e di lavoro.

Le Aziende hanno capito l’opportunità di non fermare completamente le produzioni, e i Consumatori hanno giustamente colto le nuove possibilità di acquistare per esigenza. Tutti abbiamo capito, chi più chi meno, che il canale di vendita digitale è diventato una soluzione ai problemi, e molte aziende hanno avuto l’opportunità di crearsi un nuovo canale di vendita per aumentare le vendite dell’azienda.

Quindi la strada è ormai tracciata, occorre solo prendere la strada giusta, studiare la giusta Strategia con l’esatto approccio, per inserirsi nel mercato digitale con i suoi vantaggi.

C’è tanto da fare! La Digitalizzazione del paese, lo sviluppo ulteriore dei servizi digitali, è un punto fermo inossidabile e soprattutto le PMI italiane, con il digitale, hanno la possibilità di creare nuove energie da mercati innovativi.

Pertanto è il momento di elaborare delle Pianificazioni per Incrementare il fatturato attraverso una propria Strategia Digitale di lungo respiro che possa evolvere “modularmente”, passo dopo passo, investimento dopo investimento, tenendo d’occhio da una parte i risultati di visibilità del brand e dall’altra i risultati in termini di sviluppo della Produttività incrementale.

Sono nato nel Marketing Tradizionale ma ora lavoro nell’Inbound Marketing

Il Marketing per me è sempre stata una grande passione sia nel periodo dell’università, che nel lavoro fin dai tempi della gavetta svolta a Milano nella grande distribuzione informatica.

Nella fase post Universitaria, dopo la laurea in Economia e Commercio, in molti mi chiedevano cosa volessi fare, soprattutto in famiglia, ma io ripetevo sempre un termine: Marketing!

Alla fine ce l’ho fatta!

Riuscii ad entrare in Canon Italia. Il mio incarico fu quello di incrementare le vendite all’interno di un distributore molto importante in quel periodo per la mole di fatturato che generava, Computer 2000 (Tech data).  Quindi tra il Marketing del distributore e quello della casa madre Canon, cominciai ad assaporare quello tradizionale, anche se particolare, con proprie peculiarità e modalità di gestione dei clienti.

Siamo in un momento in cui, è giusto conoscere il Marketing Tradizionale con tutte le sue dinamiche ma è anche necessario formarsi a 360°, come ho fatto io, sul Digital Marketing la nuova frontiera del marketing e delle vendite digitali.

Il Marketing Digitale ha diversi approcci, diverse filosofie di applicazione, io seguo quella della mia scuola che studia e approfondisce l’Inbound Marketing, processo digitale di vendita.

Il cliente, l’azienda, il professionista, secondo l’Inbound marketing, mette in atto una serie di Canali di acquisizione e di Strumenti per poter quantificare le performance. I Canali di acquisizione, rilevano le esigenze del prodotto o servizio tradotte in parole chiave e non solo. La procedura non prevede il tradizionale contatto diretto tra l’Azienda fornitrice e i clienti potenziali, ma una lenta attrazione del cliente con una serie di iniziative digitali (i Canali) che intercedono e descrivono l’offerta digitalmente. Quindi l’azienda non compie azioni particolari “dirette” ma solo si rende disponibile on line.

Le Buyer Personas

Come abbiamo visto in altri miei articoli, lo studio di una strategia digitale di Digital Marketing condivisa a 360 gradi con l’Azienda o il Professionista interessato, con i suoi strumenti e canali di acquisizione, ha la sua congenita dote di far aumentare le vendite sviluppando alcune variabili che partono dalla notorietà del brand tra i clienti potenziali della nostra Azienda, gli appassionati dei nostri prodotti o servizi, le Buyer Personas.

Conosci già che caratteristiche hanno i tuoi clienti potenziali?

Questo é un punto importante: elaborare un processo di Marketing che riesca a catturare questo genere di clienti, il tuo genere di clienti!

Badate bene, le Buyer Personas non sono tutto il target potenziale di una Azienda o di un Professionista, ma sono solo quelli che l’azienda ha studiato essere quelli migliori!

Ogni azienda, ogni professionista, ha un suo profilo, le proprie caratteristiche, con obiettivi di medio e di lungo periodo, tali da caratterizzare una propria strategia, ma soprattutto in grado di compiere una scelta: rivolgersi alla clientela migliore, con certe caratteristiche profittevoli.

Acquisire clienti potenziali non è facile normalmente, ma con l’Inbound Marketing si.

Ogni azienda offre prodotti o servizi con le proprie specifiche peculiarità che attraggono i propri clienti potenziali, i clienti che hanno un gusto particolare, con certe predisposizioni, un’età specifica, un lavoro, usi e costumi. Questi clienti particolari hanno soprattutto un budget di vendita che deve essere in linea con quello dell’azienda: un’azienda può scegliere di offrire un prodotto di bassa/intermedia/alta fascia che necessita di un cliente con queste caratteristiche di spesa.

E’ fondamentale decidere dall’inizio, con me, quale genere di clientela attrarre nel processo di Inbound, in modo che il cliente che acquista, che conosce bene le sue aspettative, possa ritrovarsi in tutte le fasi di acquisizione e alla fine acquisti senza nessun pensiero.

Un investimento quasi matematico: > buyer personas = aumento delle vendite

Come abbiamo accennato nel Digitale, con investimenti con budget ad hoc, si può concorrere alla costruzione della propria visibilità on line, consolidare il proprio Brand, e aumentare le vendite secondo un certo programma.

Si tratta di una opportunità di investire, per molte Aziende o Professionisti, in un nuovo canale di vendita innovativo, parallelo per molti, che possa generare nuova produttività, nuovi profitti.

La Strategia digitale non è automatica o immediata, tutti i canali si devono innescare a livello digitale e necessitano di certi tempi per svilupparsi e creare feedback e performance!

Ma i risultati arrivano!

Esistono tanti tipi di Aziende, ma tutti possono aumentare le vendite con il digitale: certe nascono on line e vendono on line, ma la stragrande maggioranza sono di tipo tradizionale e devono riqualificarsi nella visibilità.

Facciamo degli esempi.

Esiste l’azienda che lavora con la vendita indiretta, avendo punti vendita sparsi in tutto il territorio italiano, come esistono aziende che per loro caratteristica vendono direttamente o tramite la forza vendita commerciale sul territorio, oppure avevano già implementato un sistema Ecommerce prima della Pandemia e in questo periodo lo hanno solo ottimizzato.

Esistono attualmente tanti professionisti piccoli o grandi lavoratori che hanno anche loro la necessità di aumentare la loro produzione, il loro raggio d’azione che magari fino a poco tempo fa era locale e che oggi, con le nuove prospettive dettate dal digitale, possono diventare Nazionale, o addirittura Globale.

Si tratta di prendere la decisione di investire nel digitale in un momento di crisi, di sofferenza per i mercati, e di trasformarla in opportunità, tramite l’implementazione di una strategia digitale per i prossimi 3/5 anni che possa offrire, con metodo, una prospettiva certa di investimento nel mercato digitale.

Il potenziamento della visibilità on line va considerato come un investimento sul proprio futuro in quanto si lavora, si modifica e si migliora la performance del proprio Brand, cementificando i basilari della comunicazione del Marketing Digitalmente. Questo significa che ogni euro investito in canali di acquisizione del Digital marketing è un investimento nel proprio futuro, senza nessuno spreco, che rimarrà sempre di proprietà del Brand.

Quindi non sono i soliti investimenti in cui, a volte, non si capisce bene dove vanno a finire o come vanno a finire. In questo caso, con i professionisti giusti, l’investimento in Visibilità on line rimane e ha valore di un assegno circolare!

Si tratta di un investimento aziendale, come per esempio un Imprenditore assume un dipendente a tempo indeterminato, oppure acquista un macchinario specifico per effettuare un lavoro nel tempo. Decisioni importanti che creano i pilastri dell’azienda.

Chiaramente, come ho accennato si tratta di un investimento costante e metodico, che non può appartenere solo a piccole circostanze limitate nel tempo.

Per questo motivo consiglio l’elaborazione di una strategia digitale di più ampio respiro, con budget specifici per Strumenti e Canali di acquisizione di Digital marketing, periodici e modulabili a seconda dell’obiettivo aziendale per Incrementare il fatturato aziendale per il breve e lungo periodo.

La fidelizzazione digitale della clientela

Come nel Marketing Tradizionale, anche nel Inbound Marketing, la fidelizzazione della clientela é importantissima!

Il cliente torna ad acquistare se è rimasto contento e soddisfatto di quello che ha acquistato o di un servizio che ha goduto appieno: se ha vissuto un’esperienza di acquisto unica, un ottima User Experience.

Abbiamo già avuto modo di parlare nel concetto di User Experience in altri articoli, ma credo occorra ribadire che ogni azienda o professionista che venda prodotti o servizi debba, oltreché fornire un prodotto di ottima qualità, anche una serie di servizi accessori.

Questo perché il Cliente di oggi associa qualsiasi cosa possa succedere di bello o di brutto al fornitore del prodotto o servizio, con la possibilità di fargli vivere la migliore o la peggiore User Experience.

Quindi, se il cliente potenziale, la Buyer Personas vive nella procedura di Inbound Marketing una situazione non ottimale, questo può rovinare del tutto il concetto che il cliente ha del fornitore, lasciandolo insoddisfatto. Ogni cliente che vive un’esperienza nell’acquisto attraversa i canali di acquisizione scelti dall’azienda per la vendita di quel prodotto X o di quel servizio Y.

I Social Network poi faranno la differenza nella divulgazione positiva o negativa, questo è una certezza per tutti.

Vista la mia esperienza lavorativa nel settore delle vendite, dirette o indirette, conosco bene l’importanza del post vendita, che comunque rimane un fattore tangibile fondamentale per i clienti che hanno potuto acquistare un prodotto/ servizio.

Suggerisco la lettura di questo articolo di qualche anno fa sulla gestione del cliente.

Anche le Aziende e i Professionisti che si affidano all’Inbound Marketing si servono delle stesse procedure di valutazione, per cui, soprattutto quando la relazione con il cliente è delegata all’azienda fornitrice, il supporto clienti rimane molto importante per assolvere alle possibili richieste soprattutto di post vendita, il tallone d’Achille di molte aziende che si concentrano solo sulle vendite.

Il sito web WordPress: il metodo, la grande sfida

Il sito Web WordPress: il metodo, la grande sfida

Il sito web WordPress: il metodo, la grande sfida

Sito Web WordPress: il primo strumento di svolta nel digitale.

Ma di cosa si tratta? Ecco perchè é il più usato CMS e i motivi del suo grande successo tra le aziende e i professionisti nella trasformazione digitale.

a cura di Massimiliano Faticoni

Il primo passo verso il Digitale

Il sito Web WordPress é il mio traguardo nell’Informatica: é il metodo migliore per raggiungere i miei obiettivi nel Digital Marketing.

Il sistema WordPress é una piattaforma tecnologica software CMS (Content Management System) installata su un server web e accessibile da remoto.

Avere un Sito Web é un obiettivo che dovrebbero avere tutte le Aziende e i Professionisti per essere presenti nel mercato Digitale.

Il primo passo verso il digitale, verso una presenza on line, è quindi la strutturazione di un sito web aziendale che possa mettere in evidenza tutte le caratteristiche dei prodotti e servizi. 

“Il sito web è importantissimo, e’ la nostra migliore fotografia istantanea, il nostro passaporto, il nostro biglietto da visita nei confronti dei nostri potenziali clienti, le Buyer Personas, che tramite le loro verifiche sui motori di ricerca, studiano i migliori servizi e i prodotti di cui hanno bisogno. Solo dopo aver studiato il Web in lungo e in largo, le Buyer Personas, trovano quello che cercano solo attraverso un sistema di regole ben strutturato che parte dal Sito web ottimizzato con le parole chiave associate”.

Questo é l’Obiettivo!

 Per questi motivi il sito web deve essere costruito secondo dei canoni professionali molto precisi che corrispondono a vari tipi di regole, soprattutto quelle indicate dal motore di ricerca per eccellenza, ovvero Google, in quanto decide se il sito risulta ottimizzato ed interessante oppure no rendendolo più o meno visibile nei risultati di ricerca.

La mia Passione per L’Informatica

La mia Passione per l’informatica appartiene al 100% al mio carattere poliedrico, che mi ha portato a laurearmi in economia e commercio, ma anche a cimentarmi con altre discipline scientifiche che potevano portarmi tranquillamente ad una laurea diversa come quella in Ingegneria.

E’ una passione che arriva da lontano e che condivido con altri amici che lavorano ora come me nel Digital Marketing, tra i quali Riccardo Scandellari, il grande divulgatore e Marketer.

L’ informatica ha caratterizzato i miei anni 80. Pensando a quegli anni, ricordo che passavo da un computer all’altro sollecitando mio zio Vittorio Faticoni, grande imprenditore del settore Office in Sardegna: sono passato dall’Amiga, al Commodor 64, all’Olivetti M24, fino ad approdare al pc destop Windows.

In quegli anni cominciai anche a costruire il mio primo sito web in html. Ricordo di aver condiviso la passione con l’amico Francesco Forti, esperto di organizzazioni federali soprattutto tributarie. In quel periodo io stavo approfondendo la mia tesi di laurea sulla Revisione Costituzionale e al contempo costruivo il mio sito con gli ultimi accorgimenti.

 Il Web mi ha sempre aiutato a studiare ed entrare in contatto con persone simpatiche e disponibili.

Il Sistema WordPress

Il sito Web WordPress può essere realizzato tramite varie tecnologie, vari modi di costruire un sito, ma a mio avviso la soluzione WordPress é la migliore.

La tecnologia e l’innovazione tecnologica hanno fatto tanti progressi riguardo ai sistemi software che possono assolvere alla creazione di un sito web professionale. I sistemi software sono diventati accessibili a tutti, se si pensa poi, come ho cominciato io quando ero ragazzo nella programmazione html, si sono fatti passi da gigante.

 I sistemi software sono diventati efficaci ed efficienti, in quanto sono diventati qualitativamente professionali e al contempo accessibili a tutti per la loro metodologia d’uso molto semplice, con un Builder visivo che tramite il quale, praticamente, costruisci tutto senza entrare nel codice HTML. 

 Quindi, oggi come oggi, creare un sito Web WordPress é veramente facile, ma non tutti riescono a farlo in autonomia per la mancanza di tempo, o per altre ragioni, in effetti é proprio un vero lavoro molto impegnativo. E’ vero che da un lato é semplice nell’utilizzo ma é altrettanto complicato compiere tutti i settaggi complementari all’ottimizzazione per renderlo visivo ai motori e monitorabile tramite gli strumenti e i canali di Digital Marketing.

In questo scenario di oggi, quindi, esistono tanti sistemi ma quello che mi risulta più affidabile è proprio quello offerto da WordPress per la sua semplicità d’uso studiata tramite l’adozione di due componenti, i Temi e i Plugin

Il sistema WordPress va interpretato come un sistema ideato per la scelta di un Tema, che qualificherà il sito in base all’identità e al tipo di attività aziendale che si svolge, e al suo interno,  conviveranno vari plugin che hanno una funzione singola per il funzionamento globale del sito web. 

Es. il Pluging per la SEO, quello per la Sicurezza, quello per l’automazione delle Newsletter, etc.

La mia esperienza personale

Negli ultimi due anni io personalmente ho preferito costruire da me i miei siti, anche se é un vero lavoro che io faccio dopo cena o nelle prime ore del mattino. Per poter completare le mie conoscenze del Digitale e poter essere d’aiuto nelle Strategie ritengo sia un metodo razionale saper fare tutto dalla A alla Z.

Nell’arco della giornata in fase di Startup ci sono milardi di modifiche da fare, a volte urgenti e non demandabili all’esterno ad un programmatore professionista che chiaramente ha i suoi tempi; solo la parte Grafica é demandata ad un professionista che si occupa solo di quello. 

Il professionista programmatore a mio avviso può essere incaricato in altri casi, sicuramente quando esiste una chiara Strategia Digitale già consolidata e chiara che può essere più che sufficiente per la costruzione base del sito. Ma aprescindere dall’implementazione del sito esistono gli specialisti che si occupano dei singoli Canali di Marketing da implementare che hanno una specificità tale che non c’è spazio per l’improvvisazione.

 Il Tema e i Plugin

 Quindi, il sito Web WordPress è molto comodo perché può essere composto da un Tema e da n Plugin, gratuiti o a pagamento, che ognuno può installare, a seconda delle funzionalità che il sito deve avere per svolgere il suo obiettivo.

Il tema scelto fa da cornice e contenitore dei plugin con le caratteristiche estetiche funzionali particolari, in linea con le proprie professionalità.

Facciamo degli esempi:

  • un fotografo ha necessità di un tema che possa accogliere una galleria di fotografie, degli esempi di fotografia per genere, quindi un tema che abbia queste caratteristiche
  • un’azienda, avrà bisogno di un tema maggiormente Istituzionale
  • un’azienda che vuole vendere tramite un sistema Ecommerce, deve avere la possibilità di accogliere servizi e prodotti in una vetrina, quindi con il famoso carrello della spesa e il modulo di pagamento finale com carta di credito o bonifico bancario
  • un professionista, può avere necessità di una vetrina di servizi e un Blog dove poter scrivere e commentare i propri prodotti
  • etc, etc 

Quindi abbiamo visto, ogni azienda ha le proprie caratteristiche in base alle quali si sceglie il Tema e di conseguenza il Plugin. 

Il Tuo Sito secondo Google  e l’ottimizzazione SEO

Il sito dev’essere principalmente costruito secondo delle regole ben precise che Google impone per darti la possibilità migliore la tua posizione on line, quindi tutta la progettazione, tutta la costruzione delle pagine dev’essere fatta pensando alle regole di Google e della SEO. 

Parliamo principalmente della costruzione di ogni pagina con delle parole chiave specifiche, che sono quelle che poi ricercheranno i clienti finali potenziali, le Buyers Personas. 

Gli accorgimenti da mettere in piedi sul sito riguardo a Google sono tantissimi, ma le principali funzionalità da ottimizzare sono:

  • ottimizzazione SEO di ogni pagina
  • scelta dei canali di Digital Marketing
  • mobile experience (user experience)
  • monitorizzazione di ogni pagina tramite gli  strumenti  della Strategia Digitale
  • velocità di caricamento delle pagine 
  • ottimizzazione di Immagini e Video

I Software On line: GT METRIX, Google Page Speed Insight

Per renderti conto se il tuo sito é ottimizzato si possono fare dei test tramite software on-line che diagnosticano il sito e né dando risultato secondo alcune metriche. 

Tra i più importanti troviamo GT Matrix, e Google Speed insight. Entrambi classificano il sito dando dei punteggi sia riguardo alla visibilità on-line quindi alla SEO, ma anche ad altri parametri, come la velocità del sito, la velocità del caricamento della pagina, sia da sistemi desktop sia da mobile, in modo che il punteggio finale sia completo dal punto di vista della user Experience

Gt metrix

Fattori decisivi e attuali per le Aziende verso la Digitalizzazione

Il principale obiettivo di questi software è quello di darci dei punteggi in modo che il nostro sito possa essere migliorato sotto vari punti di vista, ma principalmente occorre sapere cosa occorre fare a monte, nella Strategia Digitale.

Ho già avuto modo di scrivere sulla Strategia Digitale. La costruzione del sito web deve essere il primo passo verso la Digitalizzazione e la Trasformazione Digitale delle Aziende.

L’obiettivo principale rimane sempre il Cliente potenziale, le Buyers Personas, e la sua esperienza (user experience) nel navigare il sito che deve essere la migliore se vogliamo vendergli un prodotto o servizio.

Come si può capire da queste argomentazioni, diventa sempre più importante per le aziende essere visibili on line e avere dei siti funzionali professionali perfetti a tale scopo.

Ogni azienda, ogni professionista, quindi, deve mirare a questo obiettivo: un sito web che possa attirare, coinvolgere, e portare all’acquisto i propri clienti potenziali. 

Quando si parla di Digitalizzazione delle aziende si parla quindi in primis del principe degli strumenti di Digital Marketing, il sito web. 

La Sicurezza Informatica di WordPress

La Sicurezza Informatica, come sappiamo, è un argomento all’ordine del giorno.

Ogni giorno leggiamo di attacchi hacker sui siti di qualsiasi genere che creano danni alle aziende. Sappiamo anche quanto siano importanti i nostri dati e quanto debba essere al primo posto la Sicurezza in tal senso.

WordPress é un sistema sicuro che può ulteriormente essere migliorato tramite l’utilizzo di Plugin specifici a pagamento. 

Ma a prescindere da WordPress, occorre investire anche in altri fattori. Uno di questi é la scelta di un ottimo Hosting, protetto per la Sicurezza Informatica di alto livello, e che dia al contempo una certa velocità di caricamento delle nostre pagine. 

Gli Strumenti del Digital Marketing

Gli Strumenti del Digital Marketing

Gli Strumenti di Digital Marketing

Gli strumenti del Digital Marketing: le sentinelle software al servizio della strategia.

Ma di cosa si tratta? Sono i nostri “aiutanti” nel controllare che gli obiettivi dei nostri clienti vengano centrati nella qualità e nella quantità, i collanti dei canali di acquisizione scelti ad hoc per i nostri clienti.

a cura di Massimiliano Faticoni

Il Digital Marketing oggi

Una Strategia di Digital Marketing, come ho già avuto modo di scrivere nel precedente articolo, è composta principalmente da due componenti di base: dagli Strumenti e dai Canali.

Per Strategia si intende una pianificazione concreta e tangibile di quanto si vuole implementare a livello digitale on line per avere visibilità che porti certi risultati positivi quantitativi, o di vendita o di acquisizione di Lead.

Può essere studiata per le Aziende Piccole o Grandi, ma anche per Professionisti Free lance che desiderano iniziare la propria carriera on line o detengono un’attività off line che si vuole rendere operativa con un sistema di vendita digitale Ecommerce.

Facciamo l’esempio di un Pittore.

Prima del Covid19 vendeva tramite referenze, amicizie o passaparola cittadini, durante la Pandemia ha deciso di vendere i suoi quadri attraverso un sistema di Ecommerce nel mondo. Tale Strategia gli consentirà, potenzialmente, di entrare in contatto con il suo genere di Clienti, i suoi Buyer Personas in tutto il mondo!

E’ ciò che la Tecnologia e l’Innovazione di Digital Marketing ci permette di fare oggi.

Infatti é vero che  il periodo della Globalizzazione e lo sviluppo dell’ On Line hanno avvantaggiato i grandi, i Market places, ma è anche vero che questa recente Pandemia ha dato una grande spinta psicologica a tutti tramite l’effettiva constatazione della maturità della tecnologie digitali.

Per Governare l’On Line, per sviluppare una potente visibilità su Internet occorre una Strategia Digitale chiara, con obiettivi ben definiti, budget di spesa e con tutti i dettagli di Strumenti e di Canali di acquisizione.

Una Strategia Digitale studiata per uno specifico Target sarà coadiuvata da entrambe le componenti citate, ma solo tramite gli Strumenti di Digital Marketing si potranno decodificare i valori dei risultati web di navigazione della clientela durante le campagne di Marketing.

Strategia Digitale: prima gli Strumenti, poi i Canali di acquisizione

Una Strategia Digitale va studiata, pianificata e orientata verso uno specifico pubblico Target.

Ogni Cliente lascia un’impronta unica di gusti, abitudini e gusti che dobbiamo accontentare!

Gli strumenti di Google, che illustrerò tra poco, servono proprio per “leggere” le abitudini d’uso della Clientela che visita ogni pagina del nostro sito, e nello specifico, per “ottimizzare”Canali di acquisizione del Digital Marketing.

Cosa si intende per “Ottimizzare”?

Ottimizzare significa capire, migliorare tramite lo studio degli andamenti dei dati oggetto di degli Strumenti, quali siano i canali giusti e in quale misura, per intercedere nelle decisioni di acquisto che fanno parte della Strategia.

L’obiettivo di ogni Canale é parziale, ma converge nell’obiettivo più ampio, quello descritto nella Strategia, ossia conquistare Leads, o direttamente un tipo di Cliente che acquista.

Ogni Canale va “configurato” affinché possa svolgere il suo ruolo nella Strategia tramite l’iter del Funnel di Marketing, mentre, il cliente interessato, la Buyer Persona, possa ricevere durante questa procedura la sua migliore esperienza, la User Experience, vivendola per acquistare un dato prodotto o servizio.

Quali sono e a cosa servono gli Strumenti

Gli Strumenti di Digital Marketing sono principalmente software che occorrono per far capire al Marketer incaricato gli andamenti delle Campagne di Comunicazione On Line che intendiamo sviluppare.

Gli Strumenti servono quindi per verificare il corretto funzionamento degli andamenti dei Canali e la loro “configurazione” nel tempo, in base al feedback che ci danno durante le campagne di Digital Marketing

Sono Software On Line che giornalmente riportano i valori dei dati di navigazione dei Clienti, che vanno saputi leggere nella Strategia pianificata e monitorati, per rilevare se il Canale specifico riesce a raggiungere i risultati sperati oppure no.

Se infatti un Canale non riesce ad esprimere i risultati sperati può essere all’occorrenza sostituito con un’altro compatibile alla Strategia.

Tutti gli Strumenti occorrono, in modalità diverse, per studiare i Canali e “pilotarli” in maniera efficace secondo una determinata Strategia Digitale.

Gli Strumenti fondamentali sono questi:

  • Il sito web
  • Google Search Console
  • Google Analitics
  • Google Tag Manager
  • Google Optimaze
  • Le landing page

Questi Strumenti, come si evince, sono principalmente facenti parte della famiglia Google, mentre altri come per esempio il Sito Web o una Landing page, sono elaborati direttamente da noi per uno specifico obiettivo sempre strumentale.

Il nostro Sito Web è il nostro esempio più importante. 

Senza un sito web, costruito e ottimizzato per i motori di ricerca come Google non si va da nessuna parte.

Infatti il Sito è il primo tassello della Strategia che va costruito secondo il nostro target di riferimento e quindi secondo le parole chiave oggetto dell’attività oggetto della Strategia, che se messe in evidenza sapientemente, porteranno i nostri contenuti in evidenza alla clientela target che le cerca.

Perchè é importante conoscerli

Facciamo un esempio.

Siamo un costruttore di scarpe, il nostro sito avrà un elenco di varie tipologie di scarpe, con relative fotografie a disposizione. Ogni scarpa è di un tipo: scarpa elegante, scarpa con tacco a spillo, scarpa da Trekking, scarpa per casa, etc. 

Quindi ogni genere di scarpa ha un suo cliente tipo, e ogni cliente tipo cerca su Google termini peculiari, le parole chiave che noi dobbiamo sapientemente studiare e pubblicizzare per il nostro sito in modo che il cliente venga attratto e che successivamente acquisti. 

Infatti, dopo aver attratto il cliente con il lavoro certosino sulla scelta delle parole chiave, comincia il processo di acquisizione del cliente, il Funnel di Marketing con le sue tecniche, modalità, tempistiche durante le quali il cliente viene “tentato” in varie modalità all’azione, all’acquisto.

Quindi il nostro sito Sito Web deve contenere tutte le informazioni utili ai nostri Clienti per informarsi che, successivamente, verranno indotti ad acquistare attraverso un lungo percorso di acquisizione dove entrano in gioco i Canali: la SEO, la SEM, il Remarketing, i Social Media, etc.

Gli Strumenti elencati di Google, invece, occorrono per verificare passo passo gli andamenti dei Canali, mediante parametri particolari, come:

  • La Frequenza di rimbalzo
  • Il CTR
  • La permanenza dei clienti sulle pagine
  • Chi ritorna e la relativa frequenza

Ogni Strumento di Google ci offre una prospettiva e una misurazione diversa e ogni strumento va installato sul nostro sito secondo modalità differenti.

Attraverso lo studio di questi parametri possiamo rilevare se i nostri Clienti provengono dai Socials, dalle ricerche Organiche, da Referral, etc

Ogni Cliente può aver visitato certe pagine trattenendosi per un certo tempo, facendo un percorso specifico che può portare ad una scelta con percorsi più o meno articolati. Il Cliente oggi è molto aggiornato e sceglie dopo aver capito cosa vuole, da chi lo vuole, studiando il Venditore tramite il prodotto ma soprattutto grazie ai Giudizi degli altri clienti che hanno già acquistato.

Studiare gli andamenti e saperli ottimizzare 

Pensate in questo periodo estivo ad un cliente che vuole fare un viaggio, che cosa desidera sapere per esempio nella scelta di un Hotel al mare:

  • C’è una spiaggia vicina e a che distanza é dall’Hotel per non prendere l’auto?
  • La spiaggia è gestita dall’Hotel, che tipo di distanziamento ha deciso di seguire? Scrupoloso o superficiale?
  • L’Hotel ha un Ristorante? Come viene erogata la Colazione in questo periodo?
  • Come si paga? Ci sono offerte particolari su Booking, sul proprio Sito Web o sui Social Media?
  • Sui Social Media come è recensito questo Hotel?

In tutti i casi un Cliente che ha scelto un Hotel, lo ha cercato su Google per una determinata caratteristica, ha visitato il Sito, ed eventualmente ha deciso dopo aver effettuato un percorso tracciato di scelte in base ai propri gusti. 

L’Hotel dovrebbe essere in grado di studiare una Strategia di Digital Marketing che sappia intercettare i suoi clienti attraverso i Canali di acquisizione con le relative Call to action secondo un iter peculiare e tracciato dagli Strumenti di Digital Marketing.

I Canali di acquisizione del Digital Marketing

I Canali di acquisizione di Digital Marketing

I Canali di acquisizione dEL Digital Marketing

I canali di acquisizione del Digital Marketing: sono gli specifici canali digitali per lo sviluppo di un prodotto/servizio.

Ma di cosa si tratta? Sono i protagonisti della Strategia condivisa con il cliente, scelti uno per uno per la procedura di Inbound Marketing.

a cura di Massimiliano Faticoni

I Canali di acquisizione nella Strategia Digitale

Come abbiamo visto nel precedente articolo sugli Strumenti della strategia Digitale, in una Strategia occorre conoscere e ottimizzare al meglio quali Canali di acquisizione sono compatibili con la campagnia di Marketing e si scelgono per il nostro Funnel di Marketing.

Ogni Canale viene scelto per un Funnel specifico, con un ruolo e per un cliente ben preciso, la potenziale Buyer Persona.

Ogni singolo Canale ha un obiettivo parziale nella Strategia, tutti i canali scelti in sinergia convergono in un obiettivo più ampio, quello di conquistare il Cliente inducendolo ad acquistare durante il Funnel  studiato. Gli Obiettivi parziali  del Funnel possono essere, semplicemente, i dati di potenziali acquirenti, o informazioni d’acquisto, tutti fattori parziali che tempo, tramite altre azioni di Marketing potranno portare a future vendite.

Se il Cliente acquista significa che ha valutato tutti i fattori determinanti della Strategia come ottimale, ovvero ha avuto la migliore User Experience.

Ma quali sono i Canali che fanno parte della Strategia?

Ci sono vari approcci nel Digital Marketing, quello a cui io appartengo segue un metodo di studio ben preciso che sposo in pieno.

Questo orientamento si basa sull’associazione dei Canali di acquisizione ai giocatori di una squadra sportiva, tutti con ruoli diversi, tutti che dialogano tra loro in sinergia, tutti che mirano ad un solo obiettivo: entrare in contatto con il cliente target, per acquisirlo e portarlo al risultato finale, ovvero conquistarlo!

I principali canali di una Strategia e relativa definizione

  • SEO (Search Engine Optimization): la scansione e l’indicizzazione dei motori di ricerca al fine del posizionamento

 

  • SEM (Search Engine Marketing): le attività e Strategie di Web Marketing che poi verranno verificate con gli strumenti di web Analisys 

 

  • EMAIL MARKETING: l’uso della posta elettronica come Campagna di Marketing

 

  • SOCIAL MEDIA: la gestione e ottimizzazione dei Social media 

 

  • GOOGLE: motore di ricerca, offre il posizionamento Organico e quello Ads per Campagne di Marketing a pagamento

 

  • REMARKETING: attività di Comunicazione alle Buyers Personas che hanno già visitato il Sito web o inserito un prodotto nel carrello senza acquistare

 

  • DIGITAL PR: attività di relazione Digitale orientata alla vendita

 

Ciascun Canale di acquisizione ha un “ruolo e una posizione” nella nostra Strategia Digitale, e tutti vengono tenuti quotidianamente sotto controllo dagli Strumenti che verificano se stanno facendo il loro “gioco” e al contempo se stanno avanzando verso gli obiettivi parziali prefissati verso l’ottenimento di Lead, vendite, o future azioni.

Il Target e i Canali di acquisizione del Digital Marketing

La Buyer Persona, il Cliente interessato ad un certo prodotto on servizio, abbiamo visto, è molto preparato e abituato ormai all’uso del web per acquistare, informarsi, insomma distinguere se un prodotto o servizio é di qualità e non solo.

Il nostro Cliente interessato, al contempo, si informa sul Venditore, che deve dimostrare di essere all’altezza del suo ruolo, nel saper gestire le trattative, le consegne, nell’essere affabile con la clientela, nel rispondere con cortesia alle critiche; insomma esercitare pazienza con tutti in modo da risultare essere credibile per un acquisto e  il miglior Venditore per quel prodotto o servizio.

Tutti noi siamo clienti e sappiamo cosa voglia dire questo comportamento.

Il Venditore di oggi, una Piccola Media Azienda, che vorrebbe vendere On Line attraverso sistemi Ecommerce, conosce, o dovrebbe conoscere cosa significhi tutto questo. Se si dovesse sbagliare nella fase di acquisizione di un cliente Lead, vorrebbe dire per prima cosa perdere un Cliente, vanificando tutto il lavoro fatto per gestire i Canali di acquisizione e la loro gestione tramite gli Strumenti.

Da qui l’esigenza di conoscere il valore d’eccellenza da compiere, saperlo qualificare e quantificare economicamente, in modo che non si perda il Cliente tra un passaggio e l’altro.

 

Studiare i risultati delle Campagne tramite gli Strumenti 

Una Strategia non è mai definitiva.

E’ composta da risultati parziali temporali e da obiettivi annuali, triennali, quinquennali. Durante il suo perdurare, viene modificata continuamente e all’occorrenza riformulata completamente.

Mediante gli Strumenti che abbiamo a disposizione, Analitycs, Serch Console, è possibile verificare attentamente come è composto il traffico ottenuto in un determinato periodo verso il nostro sito web, conoscere come si sono sviluppati gli andamenti ed eventualmente ritararli verso il target:

  • traffico diretto
  • traffico indiretto da referall
  • traffico Google organico
  • traffico Socials oraganico e ADS

Il traffico che emerge dallo studio degli Strumenti Google può indicarci tanti comportamenti dei nostri potenziali Clienti in modo da raffinare la nostra Strategia:

  • le parole chiave che i clienti cercano per arrivare a te (da qui l’ottimizzazione del sito)
  • le pagine visitate per argomento, quanto tempo per pagina ed eventuali cambi di pagina (da qui l’ottimizzazione del Funnel)

Facciamo un esempio.

Un Cliente è interessato ad un corso di Formazione. Ha contattato la scuola ma dopo vari colloqui non ha ancora deciso quale corso intraprendere per una questione di costi o anche per la presenza della Concorrenza che offre alternative. La Scuola per acquisirlo come cliente ha messo in pratica un vero e proprio Funnel di Marketing con diverse fasi che hanno previsto più momenti di Call to action, che però il Cliente non ha colto nell’immediato, magari lo farà in futuro.

In questa situazione la direzione della Scuola dovrebbe accorgersi che il cliente, dopo aver attraversato il Funnel e quindi la messa in campo di vari Canali di acquisizione, non è ancora entrato nella fase finale di acquisto. E’ in questo momento che la Strategia della Scuola andrebbe rimodulata ed integrata con una rimodulazione della strategia con una nuova calibrazione dei Canali di acquisizione, o addirittura l’inserimento di nuovi, o tattiche diverse per non perdere il cliente che aveva già intrapreso una strada verso l’accettazione di un Corso.

Si desume che tutte le variabili analizzate che vengono pianificate dalla Strategia Digitale e che vengono studiate e predisposte per il Target fanno parte dell’importantissimo concetto che riguarda il Cliente, ovvero la User Experience, nozione molto importante per Google nell’analizzare i siti web. L’esperienza mobile tramite Smartphone è un esempio dei fattori fondamentali per Google.

Infatti risulta essere una delle più importanti variabili che premia il proprietario del Sito web: migliore è l’esperienza del cliente nell’affrontare il Funnel di Marketing, maggiore sarà la possibilità di conquistare il cliente e vendergli il nostro prodotto o servizio.

La Strategia Digitale per Aziende e Professionisti

Una Strategia Digitale per Aziende e Professionisti

La Strategia Digitale per Aziende e Professionisti

La Strategia Digitale: é il mezzo per mettere in atto la Trasformazione digitale.

Ma di cosa si tratta? E’ il documento più importante che traccia l’evoluzione della digitalizzazione e la visibilità dell’Azienda.

a cura di Massimiliano Faticoni

Cosa significa vendere oggi

Siamo in un momento molto particolare, le Aziende e i Consumatori sono intimoriti da quello che è successo durante il Covid19.

Oggi siamo nel bel mezzo di un periodo Post Pandemia che ha creato varie problematiche sociali, psicologiche, economiche. Tante Aziende si stanno ricreando una nuova pelle, cercando di organizzarsi per far fronte al brutto momento, o pensando di riposizionarsi sul mercato in un altro settore pensando di avere maggiore successo, magari cercando di offrire servizi o prodotti utili nel contingente.

Gli stabilimenti cambiano destinazione, diventano produttori di mascherine certificate o strumenti per la sanificazione degli ambienti, o ancora, produttori di nuovi piccoli elettrodomestici casalinghi utili nel quotidiano per azzerare la trasmissione del virus tramite raggi Uv.

Insomma il paese sta cercando di reagire in qualche modo, ci riusciremo!

Una Strategia Digitale comprensibile

Si parla tanto di Digitale, anche io nei miei articoli, ma mi immagino che la domanda principale che pensa un Imprenditore in questo periodo possa essere questa:

Da che parte comincio?

Non é così difficile, ma occorre fare uno sforzo nel ripensare il modus operandi che nel passato avete dato per scontato, che avete portato avanti nel tempo e che si era già consolidata, posso capire come ci si senta. Immagino che questa prospettiva sia maggiormente quella pensata dalle Piccole Aziende, quelle che proprio in questo periodo stanno soffrendo maggiormente e che magari hanno di solito una visione a piccolo raggio per varie ragioni.

In questo momento, scalare la marcia e innestare una strategia Digitale di Marketing é la cosa migliore che si possa fare.

Una Strategia Digitale deve essere studiata in una prospettiva diversa, percorrendo nuovi percorsi inesplorati dal Marketing Tradizionale: far seguire ai clienti interessati la Brand awarness della nostra azienda secondo l’iter che noi ci siamo prefissi in una specifica strategia di acquisizione On Line.

Il Cliente, la Buyer Persona, deve essere “accompagnato” nel suo percorso di Customer Journey tramite modalità di Inbound Marketing: è il cliente finale che decide secondo i propri determinati gusti e ricerca On Line quello che gli occorre in autonomia trovando da solo quello che cerca.

Questo é il comportamento dei clienti di oggi, un tipo di cliente Digitale che conosce già bene un prodotto o servizio, si documenta, legge opinioni On Line e poi sceglie dopo aver studiato l’affidabilità del Venditore, un Marketplace o un’Azienda locale.

Una Strategia Digitale non è altro che una pianificazione di acquisizione del cliente applicata al mercato Digitale, a quello On Line. E’ proprio questo il volano che si è amplificato, quello Digitale On Line, il mercato che fino a poco tempo fa era presenziato dai Markeplaces tradizionali che hanno contribuito alla Globalizzazione dei prodotti. Oggi però siamo di fronte a delle novità. Il Covid19 ha spinto in avanti la Digitalizzazione anche per questioni di pura sopravvivenza nel Lockdown e le aziende hanno pensato alla loro salvezza rimodulandosi nel digitale come nuovo canale di vendita o di razionalizzazione del periodo pandemico, si pensi allo Smart Working per esempio e allo stesso Ecommerce.

Quindi è il cliente che trova l’Azienda o il Professionista, non il contrario come si pensava prima nel Marketing Tradizionale.

Adesso anche le Piccole Aziende, soprattutto, e i Professionisti, hanno l’opportunità di “cavalcare” il momento digitale, la spinta di digitalizzazione in atto, accompagnata anche dalla grande attenzione del Governo tramite il Ministero dell’Innovazione Economica mediante un cammino impegnativo ma concreto.

Come pensare quindi in “Digitale” e cambiare pelle?

Prima cosa creare un documento dello stato dell’arte con una prospettiva temporale futura di almeno 3/5 anni. Scrivere un Business Plan teorico e pratico con numeri e caratteristiche della vostra azienda/attività professionale inserendo tutti i dati passati e gli andamenti positivi e negativi. E’ fondamentali in questa fase capire se i servizi o i prodotti hanno ancora una valenza, una ricca presenza, una unicità nel panorama della concorrenza On Line.

Alcune Aziende hanno vissuto di vendite Off Line tramite la vendita indiretta dei negozi, o le vendite degli agenti commerciali sul territorio, e devono comprendere se questi canali di vendita sono ancora validi, che prospettive hanno.

Possono essere riconsiderate per esempio come parte integrante di nuovi processi di vendita On Line?

I Consumatori che percezione hanno del nostro prodotto o servizio, possiamo migliorare la User experience di percezione?

Una Strategia Digitale, oltre a questi esempi facenti parte della ricognizione aziendale, poi deve considerare altri fattori, nuovi per le Aziende o i Professionisti che sono abituati alla presenza tradizionale. Il Marketing Digitale, ovvero la Comunicazione, la Visibilità On Line, impone lo studio dei “Canali” e degli “Strumenti” che si intendono utilizzare nel futuro per far incrementare il Business, la Produttività.

Obiettivi

Una Strategia Digitale deve fondarsi su Obiettivi chiari da mettere a fuoco.

Questi devono basarsi su quelli che abbiamo avuto fino a ieri o devono essere nuovi?     Dipende.

Se nel nostro Business Plan abbiamo deciso di affiancare il Digitale come nuova leva al nostro Business tradizionale, la risposta potrebbe essere sì, ma occorre essere sicuri che nel passato questi obiettivi siano stati definiti e abbiano avuto un successo, almeno in parte, in tutti i casi alla luce di tutto bisogna ribadirli tramite ricerche di mercato. Questo perché la presenza On Line, è una opportunità aggiuntiva migliorativa, che può anche costruirsi su un progetto e un obiettivo passato ma che abbia basi solide.

Mentre, se si tratta di un Obiettivo nuovo per altre ragioni, va ripensato concretamente da zero.

Business Plan

Il Business Plan deve contenere quindi la descrizione completa del futuro della vostra Azienda o attività se pensiamo ad una attività professionale.

I documenti sia scritti che numerici in excel devono avere l’esatta traduzione della futura attività con costi, ricavi, ammortamenti, spese di gestione, straordinarie, etc, ma la novità sono i budget da destinare alla presenza On Line, ai canali Digitali che abbiamo deciso di utilizzare che possono anche accostarsi a quelli tradizionali della carta stampata in certe occasioni. Occorre stabilire dei budget per ogni canale di Marketing da considerare.

La scelta dei canali occorre farla in conseguenza del nostro Target di riferimento, che ha abitudini e gusti particolari di presenza On Line.

Quindi se il nostro target ha delle caratteristiche uniche, noi dobbiamo cercare di intercettarle inserendo a budget dei costi per i canali di digital marketing ad hoc.

Il nostro prodotto sono le scarpe sportive per Traking per esempio?

Occorre creare un mix di canali e strumenti digitali di una Strategia Digitale che possano qualificare il nostro prodotto in modo da catturare il nostro pubblico target, per esempio:

1) ottimizziamo un sito web;

2) elaboriamo una strategia di personal branding con spese su Linkedin per l’aggiornamento del canale;

3) elaboriamo una strategia SEO di parole chiave per i motori di ricerca;

4) abbiamo concorrenti On Line? Inseriamo nei periodi di alta stagionalità un budget nei Social Adv in modo da apparire con delle sponsorizzate nei risultati di ricerca Google;

5) e cosi via…..

Oltre i Canali, scegliamo gli Strumenti di Digital Marketing

Ho descritto l’iter di ideazione di una Strategia Digitale, scrivendo di quanto siano importanti i Canali e Strumenti di Marketing per andare incontro al nostro Cliente, la nostra Buyer Personas, il Consumatore che cercando su Internet  riesce a trovarci perchè abbiamo saputo armonizzare la giusta formazione tra Canali e Strumenti.

Dalla scelta di questi Canali ne vale la performance della nostra presenza On Line rispetto alle parole di ricerca dell’utente finale e della Concorrenza che ovviamente non sta a guardare. Proprio per la presenza della Concorrenza occorre fare delle scelte giuste, ottimali, ma è anche possibile sbagliare e solo grazie ai feedback possiamo modificare questi fattori.

Come possiamo individuare quindi, quale é il modo di capire quale Canale funziona e quale no?

Quali sono gli Strumenti che ci occorrono a tarare la Strategia giusta?

Sono di solito dei software, spesso forniti proprio da Google, il motore di ricerca per eccellenza.

Faccio qualche esempio:

Sono strumenti utilissimi per conoscere, studiare, gli andamenti di accesso al sito WWW della nostra Azienda e per eventualmente correggere o ottimizzare il punto di incontro tra NOI, Azienda, e la nostra Buyer Personas e indurla a lasciarci i suoi Contatti, una Lead, o addirittura Acquistare da Noi il nostro prodotto o servizio.

Si tratta di Strumenti di Digital Marketing non semplici da installare e di difficile comprensione, un Digital Marketer che ha studiato queste opportunità può sicuramente configurarli e renderli preziosi per gestire e far evolvere una Strategia di Digital Marketing.